Attività clinica


CONSULENZA PSICOLOGICA E PSICOTERAPIA INDIVIDUALE

Dedico i primi 5/6 incontri a conoscere la persona e la storia del problema della stessa attraverso il colloquio clinico e la somministrazione di questionari, interviste semi-strutturate o test neuropsicologici, là dove necessario, per fornire una cornice di senso grazie all’individuazione di quei fattori, del contesto e della persona, che potrebbero aver fatto insorgere il problema, che potrebbero mantenerlo e quei fattori da potenziare per affrontarlo.
Dopo una prima consulenza, quindi, valutata e concordata con il paziente la necessità di una cura più specifica, accompagno il paziente in un percorso di maggiore consapevolezza di sé, utilizzando un approccio cognitivo-comportamentale, rifacendomi prevalentemente al modello di Aaron Beck (CBT, cognitive behaviour therapy). Esso prende in considerazione l’influenza reciproca di pensieri, emozioni e comportamenti sul benessere psicofisico. Già solo conoscere quale sia il proprio dialogo interno e quanto e in che modo esso possa essere spesso disfunzionale, può dare l’abilità al paziente stesso di accoglierlo prima e poi eventualmente riformularlo con una ricaduta benefica sulle emozioni e sul comportamento.


SOSTEGNO PSICOLOGICO


A fronte di problemi di medio-lieve entità, collaborando con altre figure professionali come lo psichiatra, prendo in carico la persona per un tempo breve, concordato con la stessa, per potenziare le risorse cognitive ed emotive proprie dell’individuo atte a far fronte al disagio portato, mitigandone i sintomi.


RILASSAMENTO DI JACOBSON

Utilizzo la tecnica di rilassamento di Jacobson utile per il trattamento di vari tipi di disagio psicologico.
Edmund Jacobson (1888-1983) è stato ideatore di un programma di rilassamento muscolare basato sul metodo dell’osservazione scientifica che si è dimostrato efficace in numerosi ambiti della fisiologia, della medicina e della psicologia clinica.
Secondo questo metodo , che  si focalizza su gruppi muscolari del corpo, rilassare i muscoli ,dopo averli sottoposti ad una leggera tensione, diminuisce l’eccitabilità e l’irratibilità del tessuto muscolare producendo uno stato di benessere che con la pratica ( è come imparare ad andare in bicicletta) favorirà uno stato di salute migliore : infatti lo stato di rilassamento ha benefici fin da subito sul sistema cardio-respiratorio (la concentrazione di adrenalina nel sangue si abbassa, si produce uno stato di calma, la pressione arteriosa si riduce e il sangue si ossigena). Jacobson ha dimostrato che per favorire una sensazione di rilassamento ancora maggiore sia necessario, infatti, far aumentare il livello di tensione muscolare al di sopra del livello di adattamento abituale e poi rilasciare i muscoli.
Il miglior stato di salute e di calma risultanti, a loro volta possono modificare i pensieri e i comportamenti perché il corpo avrà a disposizione più energia e nuove abilità che possono favorire una maggiore chiarezza di pensiero e un miglior orientamento per la soluzione dei propri problemi.
Attività clinica